“Di tempo per stare coricati ne avremo in abbondanza”. Allora perché non cominciare da adesso?

Rifiuto, e lo sapete bene, ogni afflato di vitalità. Non mi sento migliore di voi, anzi, so di essere disgustoso, ma poco me ne importa. Sono io che devo vivere con me stesso, non voi.
Vi infastidisce la mia presenza su questa Terra? Allontanatevi da me, così come io ho fatto con voi.
Però, prima, leggete le mie cose e comprate i miei libri.

*

Caldo, afa, il silenzio della città nei fine settimana. Ho il terrore solo a pensarci, figurarsi a viverla, questa estate alle porte.
Come un animale, mi apparto in luoghi oscuri e freschi. Divento aggressivo verso chi mi si avvicina.
Invidio i morti, nella loro cassa, a lasciarsi mangiare dai vermi.

*

Dicevo, comprate i miei libri. O almeno, se vi va, date una lettura alle cose che scrivo. So che è contraddittorio il mio mandarvi a quel paese e poi chiedervi questo piacere, ma sono un egocentrico e narcisista come tutti. In più ho la pretesa di scrivere, e questo mi rende ancora più insopportabile.

*

Ho mal di testa, la nausea e spero di morire nel sonno. Nel frattempo, vi segnalo che un mio racconto, dal lirico titolo Bianca luce della mia ombra è stato selezionato nella bella antologia di racconti noir curata da Cristina Canovi per la CatBooks Publishing. All’interno, trovate tanti nomi importanti, tra cui quello di Alda Teodorani e Antonio Tentori. Per chi come me è cresciuto con il mito del neo noir, del thriller e dell’horror italiano, capite bene che è un (piccolo) successo. Scusate se me la tiro, eh!
L’antologia si chiama Crimini amorosi e racconta, in uno stile nero, quell’inganno criminale che è l’amore (madonna che poeta che sono!).

Il mio racconto parla di un amore totale, violento, osceno.

Ecco la copertina (nella didascalia trovate il link allo store):

https://www.amazon.it/Crimini-amorosi-Cristina-Canovi/dp/B0B2NFLD75/ref=rvi_sccl_1/261-7751411-2144851?pd_rd_w=sVN2Z&content-id=amzn1.sym.034079e9-a9b3-4dde-baaf-9e398ee2f758&pf_rd_p=034079e9-a9b3-4dde-baaf-9e398ee2f758&pf_rd_r=R8NQA1TCWWRHW00K38R6&pd_rd_wg=MvYUo&pd_rd_r=457e2e9c-a728-4ceb-aad9-930e20db3ffe&pd_rd_i=B0B2NFLD75&psc=1

*

In questi giorni, ho anche pubblicato un altro estratto dal mio romanzo in costruzione, ovviamente ancora inedito. Dopo l’estratto di qualche settimana fa, pubblicato su tanatologia.it, dal titolo La morte di un bambino cattivo, ho estratto dal romanzo un altro capitolo intitolandolo Nelle colline, nelle città. Lo trovate qui
Inutile dirvi che il tema è la violenza, la follia, la comunità. E che la lettura è consigliata a un pubblico maturo.

Se leggete le mie cose e vi va di esprimere il vostro parere, fatelo, scrivetemi. Ne sono contento.

*

Non sono amato, non mi amo. Sono stato per anni una delusione per chiunque mi si sia avvicinato. Ho rotto amicizie per colpe tutte mie, ho rifiutato lavori per testardaggine, per “principio”. Non sono mai stato capace di allinearmi alla “normalità” (e non credo a quelli che mi dicono “ma la normalità è un concetto stupido, tu devi essere quello che sei!”. Ecco quello che sono, un fastidioso fallito che procura delusioni quando si relaziona con chiunque).

*

Ribadisco: non credete mai a chi vi dice che bisogna essere se stessi. Chi lo afferma vi inganna, ha solo bisogno di sapere in anticipo se può costruire un progetto su di voi. Ciò che gl’importa è se stessi, e fanno bene, per carità, però vedete come questa finta benevolenza sia contro di voi?

*

Vivo nella solitudine e va bene così.

Ma vi invito a leggere e magari comprare i libri che pubblico.

Alla prossima.

*

P.s.: Per il mio ultimo racconto ho creato delle “finte” copertine che vi posto qua sotto. Mi diverto a fare queste cose con Canva

Se vi va, commentate quale vi piace di più.

Informazioni su Erman Petrescu

Scrivo, leggo, sogno.
Questa voce è stata pubblicata in Racconti, riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...